Officio di Commemorazione dei Defunti secondo l’uso russo

Recensione dello Staff:

La caratteristica delle traduzioni di padre Antonio Lotti è l’accurata ricerca del significato teologico e dell’uso corretto del lemma nell’ottica del tempo, del periodo e della mentalità in cui la Liturgia veniva composta. Un termine che oggigiorno noi intendiamo con un dato significato mentre per i Santi Padri ne aveva un altro, può portarci ora ad equivocare in maniera grave i significati profondi e spirituali che ci vengono trasmessi dalla Tradizione mistica della Chiesa Ortodossa all’interno del rito. Padre Antonio Lotti ha sempre cercato, più che spesso riuscendoci, di mettere in primo piano il senso teologico, ontologico e pratico di ogni termine e di ogni composizione dei periodi e dei fraseggi poetici liturgici con lo scopo di edificare il lettore-fedele all’originale senso e profondità di ogni aspetto della Divina e Santa Liturgia. Il risultato è un testo aulico, scritto in un linguaggio alto come per la Liturgia deve essere, forse intimorente agli inizi ma che si lascia scrutare da chi lo desidera approcciare con impegno, fino a rivelare i più profondi e affascinanti segni della teologia, edificando e acculturando certamente chi ne fa uso, smarcandolo così dalla banalità del lessico moderno verso una nuova quanto antica nobiltà di preghiera che porta poi alla maturità del cuore di chi, con questi strumenti, si avvicina ai Misteri Sacri.

—-

I testi in questione sono scaricabili cliccando sui collegamenti della tabella proposta qui sotto:

Documenti Scaricabili:

# File Descrizione Aggiunto in data Dimensione del file Download
1 pdf Padre A. Lotti- Officio di Commemorazione dei Defunti Uso dei Russi in Italiano vers 23.02.18 Officio di Commemorazione dei Defunti Uso dei Russi in Italiano aggiornato al 23.02.2018
26 Dicembre 2018 10:20 157 KB 38